8 marzo 2017

"NO intonachini".

Si fa sera.
Niente da fare. Ennesimo rinvio sul giorno di inizio degli intonaci. Che palle. Oggi tornando da Milano gongolavo all'idea che finalmente, dopo due "si inizia" sistematicamente traditi, la terza promessa di inizio lavori avesse davvero lieto fine. Nulla: un "whatsappino" del neo-tecnologico babbo, laconicamente digitato durante il suo sopralluogo di cantiere mattutino su uno dei quattro gruppi destinati a Bisarno (il "Bisarno murature", gli altri sono "impianti", "burocrazie" e "progetti"), mi ha restituito all'arido vero della vita di cantiere: "No Intonachini". Neanche oggi. Dicono che sarà venerdì. La quarta promessa di inizio. Vediamo se questa sarà davvero la volta buona. 
Nel mentre, era stata dimenticata una traccia per il water nel bagno su piccolo. L'ho fatta tracciare prendendo al volo le misure dall'idraulico ricevendo chiamate allarmate. Domani l'elettricista passerà tutte le forassite anche al piano terra e verrà gettato il magrone. Ultime procedure murarie e di impianti in attesa dei novelli Godot di Bisarno: gli intonachini.

Le tracce per il bagno piccolo.